5 cose che non sai sulle patatine fritte 

13/09/2018 14:30:11

5 cose che non sai sulle patatine fritte 

Fritte in olio di semi o di girasole le patatine fritte mettono d'accordo tutti, grandi e piccini. 

  1. A contendersi il titolo di “inventore delle patatine fritte” troviamo, infatti, due nazioni europee: Francia e Belgio, che dal lontano XVIII secolo sono in lotta per accaparrarsi il diritto di paternità su uno degli snacks più conosciuti al mondo.
  2. Con un valore di circa 500 calorie a porzione, le patatine del famoso fast food McDonalds contengono: patate, olio di colza, olio di soia idrogenato, olio di cartamo, destrosio, sodio pirofosfato acido, acido citrico, dimetilpolisilossano, olio di mais, Thbq, dimetilpolisiloxano, sale silicoalluminato, destrosio, ioduro di potassio.
  3. In Belgio hanno aperto il primo Museo dedicato a questo alimento. Si chiama Frietmuseum, si trova a Bruges, ed è uno spazio espositivo e di degustazione che ricostruisce la storia gastronomica delle patatine fritte, suggerendo consigli per la preparazione di questo piatto.
  4. Nelle Filippine le patatine fritte non vengono accompagnate da ketchup e maionese ma da una salsa di banana piuttosto pastosa. 
  5. In Giappone e in Corea, da qualche anno, vanno di moda i “Potato Parties”, feste dove gli studenti si sfidano a mangiare quante più patatine fritte in una sola serata

Products link