Frittelle con barba di frate

16/05/2018 10:11:55

Frittelle con barba di frate

Si chiamano agretti, ma come molti altri tipi di verdure e ortaggi in varie parti d’Italia sono conosciuti con nomi tipici locali, come ad esempio Barba di Frate. Sono anche noti come senape dei monaci, lischi o roscano. Il sapore è leggermente amaro, il che spiega la denominazione agretti. Il nome ufficiale comunque è Salsola Soda: la Salsola è un tipo di pianta che comprende più di cento varietà, di cui molte sono commestibili, tra cui, appunto, gli agretti.

Gli agretti sono i germogli e i rametti più giovani e teneri della pianta, poiché quelli più vecchi e ramosi non sono edibili. Il nome Soda deriva dal fatto che, se fatta ardere, permette l’estrazione di carbonato di sodio, di cui è ricca: in ambito industriale è stata largamente coltivata proprio per questa caratteristica, ed è stata una fondamentale fonte di soda fino all’800.

Ingredienti

500 gr di acqua
500 g di farina
barba di frati
1 cubetto di lievito di birra
1 litro di olio di arachidi
sale

Procedimento:
1) Lavate con cura la barba dei frati sotto acqua corrente e riducetela a pezzettini sottili.

2) Sciogliete il lievito di birra in acqua tiepida quanto basta, aggiungendo un cucchiaino di zucchero.

3)In una ciotola mettete la farina ed al centro il lievito sciolto e lavorate, fino ad ottenere una pastella.

4) Lasciate riposare per un quarto d’ora circa e dopo aggiungete acqua tiepida, il sale, le alghe, impastate di nuovo e lasciate crescere al caldo ed al coperto.

5) Riscaldate l’olio in una padella, quando sarà caldo del tutto prendete man mano l’impasto a cucchiaiate e fatelo cuocere, togliendolo e facendolo sgocciolare quando sale a galla. 

Products link